giovedì 19 gennaio 2017

Great Saiyaman: davvero il momento più brutto di Dragon Ball?

Ormai è diventata una moda, nel web, dall'uscita di DB Super. Gohan è una checca, ha conosciuto la patacca ed è diventato debole, è un cretino, il personaggio più pezzente di Dragon Ball...
E ok. Dragon Ball Super non l'ho visto se non per 4/5 episodi, ma ne conosco la trama e i vari accadimenti. E se davvero Gohan è questo, potete dirlo. Però poi, non mi tirate fuori le immagini di Gohan VS Cell dicendo "eh. bei tempi quelli! In verità Gohan fa schifo dai tempi di Great Saiyaman!", perché dai, per me è come se voi di DB non aveste capito una mazza.
Vorrei discutere un po' con voi su questo. La saga di Great Saiyaman e il suo personaggio principale fanno davvero così schifo?


Beh, no. E il post potrei già finirlo qui!
Però dai, mi va di argomentare. Sbaglio o ultimamente è tanto strana come cosa da parte di chi scrive sul web?

La saga di Great Saiyaman è fresca e brillante, così sciocca da non prendersi sul serio.  E' un passo in un'altra direzione di Toriyama, eppure, per vari motivi, anche un po' un passo indietro. Se non vi piace, probabilmente avette fatto la cosa opposta: avete preso troppo sul serio tutto quello che era stato DBZ fino a quel momento. Mica avete torto eh, Toriyama ci aveva viziato troppo con quel suo modo di scrivere trame ma sicuramente si era stufato! Ormai si era capito che Gohan non sarebbe potuto diventare in modo completo quello che Toriyama voleva, un tanto probabile nuovo protagonista assoluto (senza il ritorno di Goku) e la colpa era comunque di noi fan! L'evoluzione di Gohan in questa saga è una evoluzione logica e interessante, una via non sbagliata per portare comunque il personaggio "da qualche parte" , affatto insensata. Non come l'evoluzione che stanno cercando di dare nei film e nel nuovo anime, ecco. Perché era una evoluzione da sviluppare fino ad un certo punto e poi stop!, non avrebbe avuto più senso. Per questo mostrarlo in Super è un errore.


Toriyama fa evolvere Gohan portandolo in un ambiente nuovo (la inedita Satan City) con personaggi nuovi e problemi nuovi. Il rapporto tra sayan e umani non si vedeva da troppo tempo (anzi, non si è quasi mai visto) e mostrarlo in qualcosa del genere è stata una delle scelte migliori. Non più i mostri alieni o le minacce mondiali: in un periodo di pace come quello, i problemi per Gohan sarebbero stati i ladruncoli da strapazzo qua e là, sconfiggendoli senza farsi riconoscere da nuovi compagni. Per non parlare delle nuove amicizie e delle fighette che cominciano a metterti i piedi in testa e a farti capire 
un futuro da schiavetto!

Il fantastico "umorismo giapponese"...
Toriyama si prende una piccola pausa e respira un po' e lo fa fare anche i personaggi, sperando forse che ciò avvenisse anche per i lettori. Ma no, perché la gente preferisce le mazzate e basta, anche per una saga che dura poco più di un volume. Perché Great Saiyaman è un personaggio ridicolo! Gne Gne! Ma è fatto apposta, diamine! Gohan ci viene descritto come in quella fase d'età delle grandi piccole scelte del cavolo, e la scelta di farlo diventare un supereroe strambo è una idea parecchio interessante in un manga come questo! Solamente se mai sviluppato molto però, perché una idea buffa deve rimanere una idea buffa.
A nessuno piaceva il costume (tranne a Goten, ripensandoci) ma per Gohan era una gran figata. Non sarebbe stato più incoerente farlo rimanere per sempre il tipo personaggio dello scontro di Cell (epico anche per me, chiariamoci)? 



Si respira un po' di aria fresca in quella saga. L'arrivo di Videl è una bella storiellina, un bel modo per far evolvere il discorso del rapporto sayan-umani, nato da quel momento sempre quasi per caso. Rileggendo il volume in questi giorni, mi è quasi dispiaciuto quando è finito così presto, per dar spazio al comunque interessante contesto del nuovo torneo col ritorno di Goku. Poi ecco, i gusti son gusti e quello è certo, ma ho visto in giro troppa gente definire la saga e il personaggio merda solo perché di moda, ormai.

Per concludere, piccola nota sulla trasposizione animata: nell'anime aggiungono un po' di filler per allungare il brodino, ma sinceramente non mi sono dispiaciuti: proseguono il filone delle avventure di Gohan utilizzando la stessa atmosfera di Toriyama, e vengono fuori episodi come quello di Angela che sinceramente mi ha suscitato più di una risata. Prima di tutto per il personaggio, poi per alcune trovate qua e la che fanno scorrere l'episodio benissimo (del tipo, non è divertentissimo vedere Gohan che prova le pose davanti allo specchio urlando per casa "GREAT SAIYAMAN!"?)





E voi? D'accordo o no sull'argomento? Cosa ne pensate del personaggio di Great Saiyaman: bell'esperimento o ridicola parentesi?E' sempre interessante sapere le vostre opinioni!