lunedì 20 febbraio 2017

La marchetta di Popolino

Dai, ormai è moda sfottere il topastro. Ok, senza che faccio il moralista che tanto l'ho fatto pure io.
Però quando lo fa pure Caparezza la cosa prende una piega geniale: sono convinto che anche lui ami il personaggio, ma questa canzone riassume e esalta a livelli assurdi tutte le critiche al personaggio che fanno in fan che ma Paperino è meglio perché Paperino siamo noi e noi siamo pigri, poveri, antipatici e non facciamo niente tutto il giorno tranne scrivere sui social di tutti gli errori che fanno quei cretini degli autori che non sanno fare storie veramente scientifiche in un fumetto con topi e paperi che parlano. 
(ogni riferimento alla questione Artibani di questi giorni è puramen...No scherzo il maestro Oogway ci ha insegnato che il caso non esiste con la musichetta figa di sottofondo, quindi sì mi riferivo proprio a quello)


Ma guarda là, ma guarda che figo sto Popolino,
conciato come un divo persino nel condominio,
bocciato da ragazzino perché primo degli asini
sbuca dal vico e buca l’auto di Pico de Paperis.
Ora fa il superiore con licenza media,
fissato per la moneta com’é la strega Amelia,
è una pacchia vera, vuol tutti alla galera
ma nella vita cela più di una Macchia Nera.
Ha polizze auto da truffare con fare astuto
in giro con il collare che pare il cane Pluto.
Sta lì a denunciare le consulte dei massoni
ma poi si fa annullare le multe da Basettoni
Con noi è moralista, puritano, bacchettone
ma si filma mentre scopa con tuniche da stregone.
E’ un guascone che ride se fa score,
ha la faccia da culo non il culo di Gastone.

Quant’è figo sto Popolino!
‘Fa divertire tutti dal più grande al più piccino!’

Donneee, donnee
è arrivato Popolinoo..

Si blinda in casa con le porte ben chiuse,
spara a vista come fosse un Mac-user.
Non ha gamba di legno ma la faccia
quando vuole che ci si faccia giustizia con i caccia e i cruiser.
Detesta i benestanti specie se fanno i rocker
ma quando vota la sua croce va a Rockerduck.
Sogna cavalli rampanti di Ferrari che vanno a razzo
ma guida ferraglie del cavallo Orazio.
Ha voglia della topa, le dà noia e la tedia,
odia i maschi con la gonna.. Odia Eta Beta.
La mano stretta dell’ispettore Manetta
ma chiede aiuto alla feccia quando si trova in maretta.
Amicizie ovunque anche nei tronchi di Cip e Ciop,
amicizie ovunque già ma le tronca per qui pro quo
perché lui s’attacca a tutto come fa un polpo vivo
e te lo mette dove sa un porno divo.

Quant’è figo sto Popolino!
‘Fa divertire tutti dal più grande al più piccino!’

‘Dai sorcini! Ballate insieme a meee!
E adesso cantiamo tutti in coro!’
PO PO PO PO PO PO POPOLINOO…

Nello stadio, in discoteca,
tra i carrelli della spesa,
nei comizi della piazza,
nella macchina da presa,
per la folla è già boato
dappertutto è celebrato Popolin, Popolin.
Nelle case, nelle strade,
negli studi alla tv,
nelle scuole, nei locali,
nei commenti su Youtube,
siamo tutti mezze pippe
ma fa niente se emuliamo Popolin, Popolin,
e Tip e Tap.

(P.S. Lo spara a Vista come fosse un Mac-user è la versione 2011 della guerra tra consol e PC che ora piace)