domenica 5 febbraio 2017

Ma alla fine, come si è concluso Pokèmon Generazioni?

Già. vi ho rotto le balle per tre episodi (e dico T-R-E) sul blog per parlare degli effetti nostalgia di Pokèmon Generazioni e poi, damn, sparisco sul finale di questi riassunti che vi spaccio pure per recensioni. Finale che sono gli ultimi 5 episodi, perché accumulare è bello. 
Dov'eravamo arrivati? Ah sì, tutti gli eroi si mettono in posa per la foto di gruppo prima di combattere ma tanto la puntata finisce lì perchévoisietedeinerdequindiavetegiàvistotutto (che poi, il motivo è davvero quello). Ora, tocca alla coppia di puntate 14-15, interessanti perché la prima ha fatto eccitare tutti per via dei combattimenti e della tanta violenza ("che oh, la violenza, ceh, senza violenza che giapponesata è, io ci faccio le petizzi...petriz...la comesichiama per togliere quello sfigato di ash dalla serie principale") e la seconda invece ha catturato un'altra fetta di pubblico facendo sgorgare lacrime come se fosse morto il pesciolino rosso.
Che poi, nell'episodio 14, si trattava di un gruppo di gattini e un pezzo di ghiaccio che vola contro un mostro come Haxorus, la vittoria più scontata del mondo. Ma resta il fatto che si son superati davvero molto coi disegni e le animazioni, parecchio fighe.
Nel 15 c'è meno azione e più emozioni. Tralasciando che è un personaggio che sa di poco originale in qualsiasi contesto/universo narrativo lo metti, fa sempre una gran scena. E poi sul finale diventa anche parecchio interessante, con quell'arrivo sempre epico.








Episodio 16, presentazione di un, boh, telefono pompato come se fosse chissà cosa e...Basta. Ah, già, c'è il personaggio di Elisio, con una caratterizzazione simile a Sasori di Naruto, col suo voler rendere la bellezza del mondo "eterna" (distruggendola, ma vabbeh). Per il resto nulla di particolare, a parte il finale figo che però, seguendo la legge non scritta di questa serie, si interrompe sul più bello.



E ce lo dici con questi capelli?
Bellocchio, che ormai abbiam capito, è il vero protagonista della serie, è il personaggio principale anche dell'episodio 17, cortissimo ma davvero bello. Matière è davvero un bel personaggio, e qui riescono a concludere questa bella storia in poco senza lasciare nessun senso di amarezza.







Ultimo episodio, il 18, che non mi ha detto molto. Ho visto parecchi commenti di persone in lacrime o terribilmente commosse, ma non mi è sembrato nulla di particolare.





In conclusione, arrivo con un mese di ritardo per dire che questa serie mi è garbata parecchio. Episodi con alti e bassi, generalmente tutti nella media, che mi hanno fatto piacere. Disegni e animazioni che in certi episodi raggiungevano livelli molto alti, e un effetto nostalgia di fondo che ha funzionato. Chissà che non pensino di farci davvero un progetto più grande al riguardo, farebbe felice molti fan del marchio e di tutti i bei personaggi che ci girano intorno. E se ve lo state chiedendo, sì, questo post l'ho fatto solo perché così non potete dirmi che lascio le cose a metà.
Tiè.