mercoledì 22 febbraio 2017

Insulti (o giù di lì) da paperi antropomorfi (cioè il nostro capro espiatorio per tutte le volte che abbiamo risposto male ai maestri delle elementari) #3


Continuiamo la nostra avventura con le (ri)scoperte degli insulti (e gli sfottò e le risposte per le rime, in questo episodio) più esilaranti che possiamo trovare sul Topo. Come al solito ringrazio quella fantastica community del gruppo facebook Ventenni Piangenti, piena di fan disney, in cui ci divertiamo a suon di hashtag #domenicainsultimemorabili a raccogliere questi insulti (che io arrubb , ehm, prendo in prestito). Così che da bambini avevamo tutti la scusa pronta quando l'ochetta maestra ci chiedeva dove avevamo imparato certi termini.




Questo è fatto apposta per le maestre di cui parlavamo sopra. Lucio Leoni, pensavi a questo vero?


Andiamoci piano con gli insulti, eh, E pensare che da piccolo pensavo anche io che fosse un modo non tanto bello per chiamare le persone. 




Testa di pisello. Cioè, puoi cercare in tutti i modi di trovarci un altro significato ma no, se le parolacce non passano ai censori della Disney, allora questa è la soluzione migliori.

 
Ce lo siamo sempre chiesto tutti, in fondo. Soprattutto Orazio, quando pur di allontanarsi da lei se ne va a lavoro anche se a tutta Topolinia paga zio Walt.
(E a quel punto questa vignetta qui è obbligatoria)


-Io stare Abdallah ben Allahbad sceicco di La-Moya!
-Salamoia?

Questa mi mancava.