sabato 4 novembre 2017

DuckTales ep. 4-5

Ho approfittato dei giorni festivi a metà settimana per recuperare una serie che, anche se mi aveva colpito tantissimo al primo episodio, non avevo avuto il tempo di continuare: DuckTales 2017, di cui abbiam già parlato qui e qui (e, di conseguenza, anche una delle tante rubriche iniziate e mai continuate). Episodi #4 e #5, che rimango in dietro lo stesso ma di meno. Con meno immagini del solito e tutto prese spudoratamente qua e là, perché in questi giorni mi sono dimenticato dell'esistenza del tasto stamp. Che ci volete fa'.
Episodio #4 "The Birthday Beagle Massacre" ...Nì. Puntata per metà ancora "di presentazione" per vari motivi ma che apre una nuova sottotrama che va ad aggiungersi a quella dello SBADABANG che ormai sappiamo tutti ma che mi ostino a non voler spiattellare così a tutti quelli che non l'hanno ancora visto. Una sottotrama interessante di cui però intuiamo l'esistenza soltanto sul finale, quando credevamo che le cose fossero finite. Protagonista Gaia, la sua nuova amica (niente Paperino e niente Paperone (ahrg!)) e Qui, Quo, Qua utili per smorzare i toni con tante gag che riescono sempre, con il ritorno dei Bassotti, qui già migliori rispetto a quello che abbiamo visto nei precedenti episodi.
Ci sono vari momenti davvero comicissimi, ma come avventura si può osare molto di più. L'episodio si concentra su una sola trama, quella della nuova amica di Gaia e dell'intrusione alla festa di Mamma Bass che però mi ha dato una sensazione di debolezza in più di un momento. Abbiamo tanti nuovi Bassotti, (meno macchiette ma fessi uguale), alcuni più interessanti di altri, come i tre Bassotti "creepy" che in parte riescono nel loro obbiettivo, principalmente per il design (anche se spero che in futuro abbiano più spazio, perché sono interessanti). Pur venendo comunque sconfitti in maniera troppo semplice. Ma la caratterizzazione spietata di Mamma Bass continua a piacermi, credo proprio che porterà a buoni momenti in futuro.
Al solito buone le caratterizzazioni e i momenti comici. Per i disegni e lo stile grafico...Pur piacendomi ho notato che in questa puntata, più che in quelle precedenti, porta a scene e sequenze fin troppo semplificate graficamente al punto da non essere ben chiare o credibili (non trovo le parole per spiegarlo, ma si nota. Credo.). Finale comunque stupendo, davvero ben fatto e che mette una grandissima curiosità su ciò che verrà dopo: ok, faccio tanto quello che non vuole spoilerare ma l'immagine di una delle scene finali è una delle poche che ho. Se non avete visto la puntata chiudete gli occhi, fateveli tappare da qualche parente con venti anni più di voi come nelle scene hot in televisione, scrollate il mouse più velocemente del solito o chiudete direttamente la pagina mandandomi a quel paese. Oh, direte voi, si sapeva da tantissimo che il personaggio sarebbe stato presente nella serie. Ma basta poco per stupirmi.
non potete dire che non sia epico
Passiamo al quinto episodio, Terror of the Terrafirmians, probabilmente quello che mi è piaciuto di più finora. Equilibrio perfetto tra tanta avventura e ancora più risate. Sul primo punto abbiamo una bella storia nel sottosuolo di Paperopoli, con tanta suspence e atmosfere azzeccate, con la Tata e Jet ad affiancare i tre nipotini, Gaia e la nuova amica (di cui parleremo dopo). Sul secondo punto...Tantissime risate assicurate: il Manuale delle Giovani Marmotte, qui centrale per la trama, e la fiducia ceca che ha Qui per esso in contrapposizione con Gaia fa sorridere più volte, ma a farla da padrone è Jet, che in vari momenti è davvero eccezionale.
Questo equilibrio fra avventura di formazione e gag fa scorrere quei venti minuti davvero in un attimo: la puntata fila liscia che è un piacere. Riguardo la sottotrama dell'amica di Gaia e di ciò che c'è dietro...Si fa davvero molto interessante, anche se davvero non mi aspettavo che venisse già portata avanti (anzi, magari per far aumentare la curiosità c'era bisogno di qualche episodio in mezzo). Alla fine il motivo è lo stesso per cui Paperone ancora non è protagonista assoluto: hanno cambiato l'ordine degli episodi rispetto alle idee originali per poter mostrare più avventure mondane coi ragazzini per questioni, probabilmente, di target. Sperando che in Italia arrivino nell'ordine giusto...
Così più o meno ho detto tutto su questa serie che, dopo lo spettacolare primo episodio, sta andando avanti con alti e bassi restando comunque sempre una serie molto godibile. Ovviamente, potremo giudicare per bene solo più avanti. Noi, ancora più ovviamente,  ci sentiamo il più presto possibile, magari con un post musicale, magari con recensioni di qualche lettura che sto facendo ultimamente, magari con qualcosa d'improvvisato. In ogni caso, quello che è certo è che ci sentiamo presto. Forse senza il "presto", ma ci sentiamo.
Al solito però, se questo spazio folle del web vi piace, un click da qualche parte sulla destra per entrare a far parte dei Comunellisti e un altro lesto click qui per il canale Telegram, dove v'arriva la notifica quando pubblico qualcosa e dove ogni tanto mi ricordo della sua esistenza e condivido qualche aggiornamento scemo. Un grazie in anticipo a tutti quelli che mi leggono e a tutti quelli che commentano anche quando magari non gliene frega nulla di ciò che parlo, mi fa davvero molto piacere! :D Ma, senza fare troppo i riconoscenti che poi la gente se ne approfitta, ...Sbrigateviacondividerenerdchenonsietealtro. (No dai, non sono credibile come blogger presuntuoso)