domenica 13 novembre 2016

#didomenicasist'acasa *2*: quell'appuntamento così inutile da avere notizie importanti


Ed eccoci qui nella solita (anche se qui ci sarebbe molto da ridire) chiacchierata (ma se parlo solo io, alla fine, cosa lo utilizzo a fare 'sto termine?) della domenica in cui si parla di tutto e del niente ma in fondo anche del qualcos'altro. Oggi episodio speciale, speciale perché per una volta una rubrica è arrivata al secondo episodio ma anche per qualcos'altro! Tre, due, uno...Sigla! #didomenicsist'acasa

Ah, è vero, non sto su youtube.
paparaparà!
Dunque dunque, cosa è stato fatto in questo tempo dall'ultimo #didomenicasist'acasa? E soprattutto cosa è stato fatto in questi 4 mesi di blog?
E già, infatti proprio oggi si festeggia l'anniversario dell'ideazione di creare questo mio originalissimo spazio personale, ideazione avvenuta nella noia più totale in quel 13 Luglio. Scrissi velocemente il post di presentazione e poi me la inviai per e-mail, e il giorno dopo ecco il blog era nato, come progettino divertente per passare il tempo che d'estate sembrava essere infinito, ma anche infinitamente veloce.
Eppure continuò, questo progettino. Ricordo i giorni a scrivere di cose di cui era da tempo che volevo parlare, ricordo i giorni in cui mi mettevo davanti al pc e dicevo "e che diamine dico oggi?". Ecco, i post usciti fuori quei giorni si notano, eccome se si notano. E poi ci sono i giorni passati a pensare a come strutturare il post sulla storia in cui Topolino si dimostra master playboy ever. Mi ricordo che ridevo da solo solamente a leggermi.
Quattro mesi non sembrano nulla, e il 4 non è neanche  un numero chissà quanto epico per festeggiare. Ma mettiamola così, mi son ricordato solo oggi.

Ok, torniamo in topic, se no mi metto a piangere. Ma non per l'argomento eh, è che ho Grace di Jeff Buckley nelle orecchie e l'effetto che fa è sempre lo stesso.  Ma dicevamo, che avete fatto di bello?
Io ho avuto molto da leggere, perché, tra Memorie dall'Invisibile che finalmente ho recuperato, il fumetto di Dottor Strange che costava 1.99 (solo per quello, eh), Duckenstein di Bruno Enna e perfino un libro, Milioni di Milioni di Malvaldi, che non c'azzecca niente col resto delle letture ma è bellissimo e alla fine ti dispiace staccarti a quei personaggi.


Ah, poi la settimana scorsa o giù di lì (anno più anno meno, intendo) ha fatto Edge To Tomorrow in tv. Che sì, sembrava una figata assurda, ma alla tredicesima volta che Tom Cruise schiatta e rifà tutto il film da capo mi son addormentato.

Per fortuna ci si mette Brian Di Nazareth visto per caso il giorno dopo, ci ho riso dall'inizio alla fine. Spettacolare come film.


E i trailer fighissimi? Dai, che 'sto Batman potrebbe essere qualcosa di grandioso.

Fuori dall'ambito nerd? Un po' di rosiconi per quelli che ancora oggi pubblicano i video di acquisti del Lucca Comics come per farti ricordare anche settimane dopo che tu sei uno sfigato e non ci sei andato.
Ah, giusto, anche quello fa parte dell'ambito nerd.
Vabeh che non c'è molto.

Ah, giusto. Sto lavorando a vari progetti. Vedrete cose scritte da me un po' ovunque.
No, dai, scherzo, se no vi sparate. Ve le spammo io qui, non c'è problema. Tanto dovrà servire a qualcosa, sto' blog!

E voi che avete fatto? Raccontatemelo nei commenti, io ci spero sempre. Per il resto lo sapete, a destra il pulsante per far parte della band dei best lettori, e sotto per mettere like e condividere a destra e manca fino a che qualche ragazza danese/svedese o di quei posti lì non mi invii una lettera di complimenti per il blog e qualcos'altro annesso. Il mio traguardo è questo, il resto non è che mi importi tanto. 
Ciauz!