domenica 5 agosto 2018

15 anni di Casty: Topolino e l'incubo orbitale

Riportare il personaggio di Topolino ai fasti, in storie di ampio respiro, incredibili avventure, contro villain seri e credibili e minacce tangibili per quanto irreali: scrivere ai bambini sì con dolcezza ma per storie che possono essere benissimo essere lette dai più grandi. Si vede benissimo questo obiettivo nelle tante storie che Andrea Castellan, in arte Casty, ha scritto e disegnato in questi...15 anni! Proprio il 5 Agosto 2003 è stata pubblicata Topolino e i mostri idrofili, prima storia sceneggiata da Casty di una lunga e incredibile serie. La sottosezione disneyana della Geek League (noi che intasiamo di Topolino la cassetta della posta della Geek Tower, che per tradizione supereroistica è a forma di G, e non chiedeteci come)
Casty di grandissime storie (i cosiddetti kolossal) ne ha scritte e spesso anche disegnate tante, storie che si sono rivelate tra le più belle degli ultimi 15 anni, senza alcun dubbio: ma la storia di cui vi parlerò non è tra le sue più famose né considerata tra le più belle. Topolino e l'incubo orbitale, Topolino 2810, è la sua storia che più ho amato da bambino e che più ho letto e riletto (al pari forse soltanto con Paperoga eroe dello spazio, ma lì ci si sono di mezzo i lacrimoni a fontanella). In 35 tavole Casty mostra come scrivere una storia Disney ottima con mistero, azione, suspance e gags.
Ecco qui l'albo, con tutti i segni delle letture, prestiti, inserimenti negli zainetti per le uscite fuori casa e passaggi al Delux jr. Giuro che se l'avessi usato pure come sottobicchiere avrei inserito un Collezionisti? Prrrrrrr!. Ah, scusate, l'ho fatto.
Topolino viene scelto come uno tra i primi spazio-turisti, per il lancio pubblicitario di una avveniristica vacanza in un palazzo spaziale, l'Olimpus Hotel della Starbuck Enterprises. Insieme a lui c'è un gruppo di star e di celebrità, tra dive, campioni sportivi e una interessantissima giornalista e scrittrice ben poco attendibile, che fa leva sulla paura per vendere (usare i libri sugli alieni a cui credono tutti come metafora, geniale!). Ed è proprio qui che Casty, già ad inizio storia, riesce a sottolineare la caratteristica del suo Topolino, che riprende quello dei grandi maestri: un uomo (un tipo, anzi un topo -cit.) qualunque in situazioni molto più grandi di lui. 
Ma da subito cominciano i misteri: dicono che durante la costruzione alcuni tecnici siano misteriosamente scomparsi, inoltre all'arrivo ci sono strani rumori o suoni di passi sul tetto del palazzo. Possibile? Da questi piccoli misteri si arriva alla vera situazione di pericolo, con uno storico villain al suo massimo potenziale e una vera minaccia. "Sarò come Zeus, che dall'Olimpo scagliava i suoi fulmini sui poveri mortali!" recita in una sequenza di vignette epiche ambientate nello spazio, che riescono seriamente a creare un'atmosfera di tensione.
 
Ma non c'è solo mistero e azione, che da bambino mi avevano fatto davvero impazzire per questa storia nemmeno troppo considerata dai vari lettori più grandicelli, ma anche tante gag spontanee e affatto male: Casty gioca sul rapporto tra i vari personaggi, sul "valle a capire!" che viene semspesso naturale dire, sulle varie star e sui creduloni pronti a farsi trascinare dalla paura dalla giornalista.
Ovviamente il pericolo viene sventato, e sembra che di tutto il pianeta solo un piccolo puntino sia stato distrutto per dimostrazione del potere del piano criminale: e tutto si conclude con un classico happy ending felice e molto Castyano. Eppure non era questo il finale che l'autore aveva pensato! Come ha scritto su Facebook, il vero finale che aveva in mente era diverso, e concludeva la storia in modo da empatizzare ancora di più col protagonista (pur ridendo un po') e da rendere ancora più realistica l'epica sequenza di vignette di poco prima. Finale che trovo fantastico, molto inedito per una storia sul settimanale! (così inedito che non è mai stato pubblicato, infatti)
Il viaggio attraverso questa bellissima storia sembra essersi concluso, ma altri loschi individui sono pronti a parlare di una storia degna di nota per questo fantastico autore, o di come l'hanno conosciuto! Qui sotto per tutti gli altri link dei partecipanti! (ovviamente da leggere con voce da presentatore televisivo)
Il Bazar di RikyTOPOLINO E LA MAREA DEI SECOLI
IlBlogdiDeluxTOPOLINO E L'INCUBO ORBITALE
La cupa voliera del Conte GraculaDARKENBLOT - IL FUTURO È GIÀ QUI
Storie Da Birreria TOPOLINO E IL MONDO DI TUTOR
La tana dell'Orso Chiacchierone - TOPOLINO E L'ISOLA DI QUANDOMAI
The Reign of Ema TOPOLINO E LA JELLAMOLECOLA
Cent'anni di nerditudineQUANDO CONOBBI CASTY

(sì, ho condiviso il mio link di nuovo, magari lo cliccate per sbaglio e mi sento genio del male)
Okay, è tutto. Per il canale Telegram il link è sempre lo stesso, questo qui, e per entrare a far parte dei Comunellisti c'è sempre il solito bottone da qualche parte sul lato destro del blog: vi direi che per chi entra c'è una bella vacanza spaziale, ma credo che questo sia il post sbagliato per dirlo. Ciauz! (e ricordate di condividere questi post su social, che magari ci legge anche Casty! Grazie!)